INDICAZIONI GESTIONE CASI COVID19 IN AMBITO SCOLASTICO

AGGIORNATE AL 5 GENNAIO 2022

 

In data 5 gennaio 2022 il Consiglio dei Ministri ha approvato le NUOVE REGOLE PER LA GESTIONE DEI CASI DI POSITIVITÀ IN AMBITO SCOLASTICO.

Per quanto riguarda la Scuola Secondaria di Secondo Grado:

  • Con un caso di positività nella stessa classe è prevista l’autosorveglianza con la prosecuzione delle attività e l’uso delle mascherine ffp2
  • Con due casi nella stessa classe è prevista la didattica digitale integrata per coloro che non sono vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario (due dosi) o che lo abbiano completato da meno di 14 giorni o da più di 120 giorni o per coloro che sono guariti da più di 120 giorni. Per tutti gli altri è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’autosorveglianza e l’utilizzo di mascherine ffp2.
  • Con tre casi nella stessa classe è prevista la didattica a distanza per dieci giorni per tutta la classe.

Saranno potenziate, poi, le attività di screening, anche attraverso lo stanziamento di risorse (oltre 92 milioni) per consentire alla popolazione scolastica in autosorveglianza di effettuare i test gratuitamente in farmacia e nelle strutture convenzionate. È già partita, inoltre, la distribuzione di mascherine ffp2 al personale "preposto alle attività scolastiche e didattiche nelle scuole dell'infanzia e nelle scuole di ogni ordine e grado, dove sono presenti bambini e alunni esonerati dall'obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie".

Tutti gli approfondimenti a questo link

https://www.miur.gov.it/web/guest/-/scuola-via-libera-alle-nuove-misure-per-la-gestione-dei-casi-di-positivita-bianchi-varate-regole-chiare-per-il-rientro-in-presenza-e-in-sicurezza-

PER COMUNICAZIONI E INFO: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

NORMATIVA VACCINALE PER LO SVOLGIMENTO DI TIROCINI ED USCITE DIDATTICHE / VIAGGI D'ISTRUZIONE

PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA' DI CUI SOPRA E' NECESSARIO ESSERE IN POSSESSO DEL SUPER GREEN PASS

Super green pass, come si ottiene.

Il super green pass si ottiene solo con il vaccino o con la guarigione dal covid.

il certificato sarà generato a partire dal 12esimo giorno anche dopo la prima dose e sarà valido a partire dal 15º giorno fino alla seconda dose. Per le altre dosi o per la guarigione dal covid, il super green pass sarà generato dopo un paio di giorni e sarà valido a partire dal 14º giorno.

 

 

 

 NUOVE NORME CIRCA LA QUARANTENA DEI CONTATTI STRETTI 

CON CASI POSITIVI AL DI FUORI DELL'AMBITO SCOLASTICO

 Il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri prevede che, in caso di contatto stretto con un soggetto confermato positivo al Covid-19, la quarantena preventiva non si applichi:

  • alle persone che hanno completato il ciclo vaccinale “primario” (senza richiamo) da 120 giorni o meno
  • alle persone che sono guarite da 120 giorni o meno
  • alle persone che hanno ricevuto la dose di richiamo del vaccino (cosiddetta “terza dose” o “booster”)


A tutte queste categorie di persone si applica la cosiddetta ‘auto-sorveglianza’, con obbligo di indossare le mascherine Ffp2 fino al decimo giorno successivo all'ultima esposizione al soggetto positivo  (quindi l’undicesimo giorno dall’ultimo contatto). È prevista l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell’antigene Sars-Cov-2 alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto. Nel caso in cui il test sia effettuato presso centri privati abilitati, è necessario trasmettere alla Asl il referto negativo, anche con modalità elettroniche, per determinare la cessazione del periodo di auto-sorveglianza.

Ai contatti stretti che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni e che abbiano comunque un green pass rafforzato valido, se asintomatici, si applica una quarantena con una durata di 5 giorni con obbligo di un test molecolare o antigenico negativo al quinto giorno.

Per i soggetti non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni, continua a vigere la quarantena di 10 giorni dall’ultime esposizione, con obbligo di un test molecolare o antigenico negativo al decimo giorno.

Ai soggetti contagiati che abbiano precedentemente ricevuto la dose booster o che abbiano completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni, l’isolamento è ridotto a 7 giorni purché siano sempre stati asintomatici o risultino asintomatici da almeno 3 giorni e alla condizione che, al termine di tale periodo, risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo.

In tutti i casi descritti, per la cessazione della quarantena è necessario l’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare. Nel caso in cui il test sia effettuato presso centri privati abilitati, è necessario trasmettere alla Asl il referto negativo, anche con modalità elettroniche.

 

SCHEMA RIASSUNTIVO 

1641560116840.jpg--covid__dal_10_gennaio__nessuna_quarantena_per_chi_ha_booster_o_la_seconda_dose_da_meno_di_4_mesi__non_vaccinati__attuali_regole_2.jpg

 

ALCUNE FAQ

DOMANDA Cosa deve controllare ogni mattina la famiglia prima di portare l’alunno/a a scuola?

RISPOSTA Occorre misurare a casa la temperatura corporea e verificare che l’alunno/a non abbia altri sintomi sospetti Covid. In caso di febbre ≥ 37.5 C° o di dubbio circa lo stato di salute, non portare l’alunno/a a scuola, contattare il Pediatra o il Medico curante e attenersi alle sue indicazioni.

DOMANDA Cosa deve fare la famiglia in caso l’alunno/a manifesti sintomi sospetti Covid a casa?

RISPOSTA L’alunno/a deve rimanere a casa. È necessario contattare tempestivamente il Pediatra o il Medico curante e attenersi alle sue indicazioni. Nel caso sia necessario effettuare un tampone, è possibile recarsi senza appuntamento nei punti prelievi individuati.

DOMANDA Cosa deve fare la scuola in caso l’alunno/a manifesti sintomi sospetti Covid a scuola?

RISPOSTA Nel caso in cui l’alunno/a presenti sintomi compatibili con Covid-19, all’interno delle scuole, va ospitato nella stanza dedicata o area di isolamento, come da procedura di sicurezza, e devono essere avvisati i genitori. Il Referente Covid o altro incaricato scolastico deve tempestivamente avvisare i genitori della necessità dell’allontanamento dell’alunno/a e segnalare l’allontanamento ad ATS Milano tramite l’apposito portale informatico. Nella fase di affidamento del minore al genitore o di allontanamento dello studente maggiorenne, la scuola deve apporre il suo timbro sul modulo di autocertificazione per effettuare il tampone.  La scuola non deve mettere in atto alcun provvedimento a carico dei compagni di classe e del personale che potranno continuare la frequenza scolastica.

DOMANDA Cosa deve fare la famiglia in caso l’alunno/a venga allontanato da scuola per sintomi sospetti Covid?

RISPOSTA Contattare tempestivamente il Pediatra o il Medico curante e attenersi alle sue indicazioni (compresa quella per l’esecuzione dell’eventuale tampone). Potrà eseguire il tampone senza prenotazione il solo soggetto (studente o personale scolastico) che abbia già ricevuto un’indicazione dal proprio Medico o che provenga direttamente dalla Scuola e non sia riuscito a mettersi in contatto con il proprio Medico/Pediatra. Inoltre, è necessario presentarsi al Punto Tamponi provvisti di: 1) autocertificazioni, timbrata dalla scuola; 2) Documento di identità 3) Tessera sanitaria. (Questi documenti saranno oggetto di verifica, e ogni falsa dichiarazione sarà trasmessa alla Procura della Repubblica per le sanzioni del caso).

DOMANDA Cosa deve fare l’alunno/a se gli è stato prescritto o se è in attesa dell’esito del tampone?

RISPOSTA In attesa dell’esecuzione o dell’esito del tampone, l’alunno/a NON deve andare a scuola e deve rimanere in isolamento. Se l’esito è negativo e dopo valutazione del Pediatra di Famiglia o Medico curante, l’alunno/a potrà riprendere la frequenza scolastica dietro presentazionedi tale esito. Se l’esito è positivo vedi  casi precedenti descritti nelle norme della quarantena.

DOMANDA Cosa deve fare un alunno/a o un operatore in sorveglianza con testing?

RISPOSTA Deve monitorare il suo stato di salute informando il Pediatra (PLS) o il Medico curante (MMG) in caso di comparsa di sintomi sospetti. Non può entrare in ambiente scolastico in attesa dell’effettuazione del primo test. Se il risultato del primo test è negativo è possibile rientrare a scuola esibendo la lettera di ATS distribuita dalla scuola e il risultato del test negativo; se invece il risultato è positivo, non può rientrare a scuola e occorre informare subito il medico curante. Se anche il risultato del secondo test è negativo può proseguire la frequenza scolastica esibendo la lettera di ATS distribuita dalla scuola e l’esito del test negativo; se invece il risultato è positivo, non può proseguire la frequenza della scuola e dovrà informare subito il medico curante. Si evidenzia che ai soggetti in sorveglianza con testing è richiesto, in modo responsabile, di limitare le frequentazioni sociali e le altre attività di comunità (ad esempio attività sportive in gruppo, frequentazione di feste, assembramenti, visite a soggetti fragili) e di mantenere in maniera rigorosa il distanziamento fisico e l’uso della mascherina incontrando altre persone oltre ai familiari.

DOMANDA  Cosa deve fare un alunno/a o un operatore classificato come contatto stretto di caso Covid al di fuori dell’ambito scolastico (es: in famiglia)?

RISPOSTA La famiglia deve darne tempestiva comunicazione alla scuola. Il contatto stretto deve osservare la quarantena secondo la normativa sopra descritta.

 

Per tutte le segnalazioni di casi  di positività o di quarantena E' OBBLIGATORIO inviare una mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. .

Di seguito i link alla modulistica necessaria agli studenti per accedere ai servizi per l'effettuazione dei tamponi-scuola 

Di seguito ila modulistica necessaria al personale scolastico per accedere ai servizi per l'effettuazione dei tamponi-scuola o per la sorveglianza con testing

Da ultimo il link all'elenco delle strutture dove sia gli studenti che il personale scolastico  può effettuare i tamponi-scuola